Budino di latte, cachi e mandorle

Era una sera piuttosto buia, la luce sarebbe arrivata da li a pochi km.
L’arrivo a casa finalmente.
La mia luce, e la mia cena.
C’era solo una piccola deviazione da fare prima del meritato arrivo, e allora deviamo.
Spesso cambiare direzione può portare a grandi scoperte.
Fu così che da un semplice ritiro di lettere arrivate ad un vecchio indirizzo postale, sono inciampata in un profumato tè egiziano.
Una cordialità che nemmeno la vicina di casa.
Due chiacchere, due sorsi e senza nemmeno rendermene conto ero entrata in casa loro.
Inevitabile scoprire che sul tavolo della cucina stava aspettando il suo momento, il dolce.
Maledetta curiosità!
Fatto sta che sono risalita in macchina con le papille gustative che sapevano di frutti di bosco e nella testa l’estrema voglia di assaggiare quel dolce che tanto carinamente mi avevano impacchettato e piazzato in mano.
Il loro budino di latte.
La verità è che quando l’ho assaggiato non mi ha emozionato particolarmente, era semplice.
Forse troppo.
E allora perchè non provare a renderlo migliore con qualche piccolo ma altrettanto semplice accorgimento?
Stravolgerlo non avrebbe reso giustizia ad una genuinità che quasi sempre ripaga.
La scelta degli ingredienti aggiuntivi è stata facile ed è ricaduta su 3 meravigliosi cachi comprati al mercato dal mio produttore di fiducia, che come lui solo lui, mentre per le mandorle pelate mi sono affidata a Ventura, azienda leader nel mercato della frutta secca. Ventura propone delle pratiche vaschette bi-porzione che, là dove nella ricetta non fosse necessaria tutta la quantità della confezione intera (100gr), ci permettono di utilizzare il prodotto in due step differenti; una bella e innovativa idea che conserva la freschezza del prodotto e lo mantiene intatto fino al suo prossimo utilizzo.
Senza contare che sulla confezione possiamo anche trovare una ricetta firmata da lui….come “Lui chi?!”, lui: Luca Montersino!

Budino di latte, cachi e mandorle.
Un incontro tra diversità, nella loro semplicità.

Ingredienti:
– 500ml di Latte fresco intero
– 35gr di farina di riso
– 75gr di zucchero semolato
– 1 foglio di gelatina
– 3 cachi
– I semi di un bacello di vaniglia
– Liquore a scelta qb
– 100gr di mandorle Ventura

Procedimento:
Mettere la farina di riso in un pentolino e versarvi sopra 5 cucchiai di latte freddo, mescolare bene per sciogliere eventuali grumi, quindi aggiungere lo zucchero.
Mettere il resto del latte in un altro pentolino e portarlo a bollore, quindi spegnere la fiamma.
Versare il latte caldo, poco alla volta e sempre mescolando, sul composto di farina.
Riportare il composto di nuovo sul fuoco e una volta raggiunto il bollore lasciarlo bollire per circa 5/8 minuti.
Spegnere la fiamma e aggiungere il foglio di gelatina precedentemente ammollato in acqua fredda.
Versare il budino di latte ottenuto nella forma desiderata e mettere da parte.
Preparare quindi la crema di cachi, mettere in un mixer la polpa dei tre cachi, i semi di vaniglia e il liquore e azionare il mixer fino ad ottenere un composto fluido ed omogeneo.
Assicurarsi che il budino abbia creato la crosticina in superficie e versarvi sopra la crema di cachi.
Prendere le mandore e aiutandosi con un coltello sminuzzarle, cospargere quindi la crema di cachi di mandorle.

ventura2_logo

ventura3_logo

ventura1_logo

ventura4_logo

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>