L’uovo di Pasqua Temperaggio

Il cioccolato è davvero sorpendente, fantastico da lavorare ed offre una mondo di possibilità.
Può dare delle grandi soddisfazioni.
Come detto più volte, tutto sta nel giocare con le temperature, se vengono rispettate il risultato non può deludere.
Affrontando la parte tecnica diventa necessario dire che un termometro è fondamentale.
Io alcune volte uso il metodo per inseminazione(sciolgo 2/3 e abbasso con il restante 1/3), e altre volte quello “bagnomaria a freddo”.
Per semplificare le cose riporto una tabella, con le temperature per i diversi tipi di cioccolato, che possa tornare utile come promemoria:
Nuova immagine

Per creare un uovo di cioccolato basterà avere uno stampo in policarbonato e del buon cioccolato.
Una volta temperato il cioccolato versatelo dentro lo stampo e facendo roteare quest’ultimo, distribuite tutto il cioccolato uniformemente.
Lasciare riposare 5min a testa in giù e ripetere l’operazione una seconda volta.
Lasciarlo quindi riposare 15/20min in frigorifero sempre a testa in giù e procedete a sformarlo.
Per unire le due parti basterà scaldare una teglia nel forno e passarvici sopra le due metà e poi unirle. Compiere l’operazione con dei guanti per evitare di lasciare impronte sul cioccolato.
Esiste anche un lucidante spray ideale per togliere quelle fastidiose impronte e far tornare il nostro uovo bello lucido.
In questo caso l’ho maneggiato bene e non mi è servito.

composizione_uovo

Tags:  

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>