Un’insolita Zucca

Non c’è proprio niente da fare, più mi guardo intorno e più mi accorgo che ho sempre tanto da imparare.
Da tutto, da tutti e in tutti i sensi.
Sono sempre alla ricerca di cose nuove, di abbinamenti strani e ancor prima di vederli realizzati è la mia mente a propormeli, a farsi dei progetti, quasi godesse di vita propria, slegata da tutto il resto.
Gusti e consistenze differenti che abbinati tra loro potrebbero regalare grandi soddisfazioni al palato.
Non ho festeggiato Halloween, perchè Halloween non mi piace festeggiarlo.
Non faccio parte della categoria di persone che rifiutano a priori le festività che arrivano da tradizioni culturali lontane dalla nostra, più semplicemente per me il 31 di Ottobre non è il momento del “dolcetto o scherzetto”.
Forse devo obbligare i pensieri a mettersi il vestitino dei ricordi per capire che una ragione ben più “seria” per la quale questa festa non mi piace c’è, ebbene si…ora tutto si fa più chiaro: la festa di Halloween non mi garba perchè la prima volta che sono venuta a conoscenza di questa festa è stata grazie ad un film con l’attore preferito della madre(la mia, chiaro).
Kevin Costner
Il film in questione è “Un mondo perfetto” del 1993, diretto da un giovane Clint Eastwood.
Brevemente, per chi non l’avesse mai visto Costner veste i panni di un rapitore e a fargli compagnia, come ostaggio, un bambinetto esile esile appartenente ad una famiglia di testimoni di Geova.
Vien da se che il rapitore si affezionerà al suo ostaggio e tra le varie cose si soprenderà quando scoprirà che il piccolino non aveva mai festeggiato Halloween, decidendo così di fargli immediamente recuperare il tempo perso.
Insomma non vi svelo oltre, vi invito più semplicemente a guardarlo, ma sappiate che qualche lacrimuccia potrebbe scappare (io avevo 9 anni all’epoca e piansi proprio come una bambina!).
Ecco, da quel lontano 93 in poi devo aver sempre associato “dolcetto o scherzetto” ad una mia personalissima valle di lacrime.
Ciò non toglie che amo la zucca e non avendola mai usata in un dolce, perchè la vellutata di zucca è sempre andata per la maggiore, avevo davvero desiderio di sperimentare.
A questo punto vi lascio la ricetta, spengo le luci e vi auguro una “buona visione” in compagnia di un dolce che non farà brutti scherzi.

Ingredienti:

Per il pan di spagna di riso:
Vi rimando qui

Per la bagna
– acqua e zucchero

Per la mousse al cioccolato bianco:
– 115 g di latte intero
– un cucchiaio di estratto di vaniglia
– 1 tuorlo e 1/2 (circa 30gr)
– 25gr di zucchero semolato
– 6gr di gelatina in fogli (3 fogli)
– 100gr di cioccolato bianco
– 250gr di panna fresca

Per la gelèe di zucca (ricetta di L. Montersino)
– 300gr zucca
– 100gr zucchero semolato
– 100gr isomalto
– 4gr pectina
– 2gr acido citrico

Per la decorazione
Amaretti

Procedimento

Per il pan di spagna di riso:
Leggete qui

Per la mousse al cioccolato bianco:
Mescolare i tuorli con l’estratto di vaniglia e lo zucchero, quindi aggiungere il latte e far cuocere fino alla temperatura di 70°C.
A parte versare il cioccolato in un pentolino e scioglierlo a bagno maria.
Idratare la gelatina con l’acqua(che dovrà essere 5volte il suo peso: 30gr), scaldarla quindi rapidamente sul fuoco fino a scioglierla.
A questo punto unire la gelatina alla crema inglese preparata in precedenza.
Versare il tutto sul cioccolato ed emulsionare
Controllare la temperatura e quando sarà scesa a 30° C aggiungere la panna semi-montata.
Mescolare delicatamente.
Trasferire la mousse negli stampi desiderati e una volta fredda riporre in congelatore.

Per la gelèe di zucca (ricetta di L. Montersino)
Dopo aver passato la zucca al forno(40min a 150°), frullarla insieme ad una parte dello zucchero.
Si dovrà ottenere una crema vellutata e liscia.
Mettere la crema ottenuta sul fuoco, a parte mescolare la pectina, l’isomalto e lo zucchero restante e non appena raggiunge il bollore il composto di zucca, versarli a pioggia nel composto.
Mantenere la cottura fino al raggiungimento di 106°C/107°C.
A fine cottura aggiungere l’acido citrico.
Trasferire la gelèe nello stampo desiderato e una volta fredda mettere nel congelatore.

Montaggio del dolce
Coppare il pan di spagna da usare come base, bagnarlo, posizionarvi sopra la mousse di cioccolato bianco appena estratta dal congelatore, aggiungere la gelèe di zucca anch’essa appena estratta dal congelatore e in ultimo decorare a piacere con amaretti interi e spezzettati.
Il dolce sarà pronto all’assaggio nell’arco di 10minuti da quando l’avrete completato.
Un accorgimento per voi che siete ancora in tempo, tenere la gelèe di zucca leggermente più bassa rispetto a quella che ho realizzato io.

zucca0_logo

zucca1_logo

zucca2_logo

zucca3_logo

zucca4_logo

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>